Informazioni generali su Cuenca

Cuenca

Deliziosa cittadina di 50.000 abitanti, Cuenca è uno dei più importanti centri artistico storici che la Castiglia-La Macha possa offrire. Famosa per il suo incantevole centro storico, dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO tra cui spiccano le famose Casa Colgadas, arroccate sulle profonde gole che erano il principale baluardo difensivo della città medievale, Cuenca è una meta perfetta per una gita sia culturale che paesaggistica. Le piccole dimensioni del centro storico inoltre la rendono facilmente visitabile in poco tempo anche a piedi.

La nascita del nucleo originario della città è presumibilmente associata alle popolazione celtiberiche che nel IV e V secolo a.C.  occupavano la pianura centrale spagnola. Conquistata dai Romani nel '300 a.C.,  Cuenca divenne un'importante cittadella fortificata: la posizione di passaggio tra parte meridionale e quella settentrionale trasformarono inoltre la città in un importante centro di scambio commerciale. La vera fortuna della centro però coincise con l'arrivo dell'esercito musulmano nel VII secolo d.C.  che dopo un breve assedio ebbe ragione del debole contingente visigoto a difesa del centro.

Fu l'inizio dell'epoca d'oro di Cuenca che in pochi secoli vide un notevole sviluppo dell'attività tessile e l'abbellimento del proprio centro urbano con importanti palazzi e monumenti. L'importanza raggiunta e le notevoli ricchezze acquisite furono all'origine della sua fortificazione avvenuta nell'undicesimo secolo da Ismail Bil Dilnum. La riconquista cristiana del XII secolo fece cadere la città in un terribile declino da cui non si seppe più riprendere fino all'ultimo secolo. Assediata dalle truppe napoleoniche nella guerra di indipendenza Cuenca con il novecento trasformò il suo centro storico di rara bellezza nella più importante fonte di guadagno della cittadina. Ancora oggi Cuenca è una delle più significative mete turistiche spagnole.

Galleria