Luoghi di interesse Madrid

Madrid: Luoghi di interesse

Cattedrale de la Almudena

Il centro compatto della vecchia Madrid è ricco di storia e di molteplici attrattive, in grado di soddisfare le esigenze anche del turista più curioso, che può riscoprire attraverso il dedalo di viuzze e di piazze il sapore della storia di cui la capitale spagnola è stata protagonista. La struttura architettonica più affascinante della Vecchia Madrid è senza dubbio Plaza Mayor, piazza porticata risalente al XVII secolo, i cui portici sono oggi animati da caffè e vari negozi di artigianato, e che un tempo era il luogo dove si tenevano le esecuzioni capitali e i processi dell’Inquisizione, oltre che parate e corride, in un atmosfera teatrale e spesso alla presenza di re e regine in trono. Al centro della piazza si erge la statua equestre di Filippo III, il committente dell’opera. Altri edifici di rilievo sono la Colegiata de San Isidoro e la Cattedrale de la Almudena. La prima fu costruita in stile barocco per i Gesuiti a metà del ‘600, e fu la Cattedrale di Madrid finchè non venne completatala Almudena. Quest’ultima, dedicata alla patrona della città, venne iniziata nel 1879 e completata più di un secolo dopo, ed è caratterizzata da una facciata neogotica grigio-bianca, simile a quella del Palacio Real che si trova di fronte. Questo grande e sontuoso palazzo reale, che per secoli fu una fortezza, poi riadattata a palazzo, fu abitato dalla famiglia reale fino all’abdicazione di Alfonso XIII, nel 1931, ed è formato da varie e pittoresche sale, come la sala di Porcellana, decorata con maioliche, cherubini e ghirlande, la sala Gasparini decorata con chinoiserie rococò, e la sala del Trono, che conserva l’arredo originario di Carlo III. Di fronte all’ingresso principale si trova l’Armeria reale di palazzo, che comprende una straordinaria collezione di armi.                                                                                                          

L’animatissima Puerta del Sol, cuore storico di Madrid e scenario di molti importanti eventi, è teatro del movimento cittadino ed è uno dei più popolari luoghi d’incontro della città, sempre affollata di gente. Questo punto di snodo occupa la posizione dell’originario ingresso orientale della città, e oggi si presenta a forma di mezzaluna con al centro l’imponente statua di Carlos III. L’edificio in mattoni rossi sul lato sud della piazza è ora sede del governo regionale, la Comunidad de Madrid, ed è il centro di molti eventi festivi.  Uno degli angoli più caratteristici di Madrid è Plaza de la Villa, attorno cui sorgono alcuni degli edifici secolari più importanti della città, tra i quali Torre de los Lujanes, dove fu imprigionato Francesco I di Francia. Un’altra piazza famosa è la Plaza de Oriente, spazio semicircolare fatto costruire da Giuseppe Bonaparte a est del Palacio Real; essa costituiva un importante punto d’incontro per le occasioni di stato, e dal suo balcone ha fatto apparizione re, regine e dittatori. A est della piazza su trova l’imponente Teatro de la Opera o Teatro Real che risale al 1850. Tra le numerosissime piazze da vedere è anche Plaza de Espana, uno dei più trafficati incroci della città, con il possente omonimo edificio fatto costruire sotto il periodo franchista,la Torre de Madrid, detta La Jirafa (La Giraffa), la statua del famoso scrittore spagnolo Cervantes e dei suoi personaggi più noti, Don Chisciotte, Sancho Panza e Dulcinea.                                                                                           

Uno dei parchi più conosciuti di Madrid è Campo del Moro, che si estende dal Rìo Manzanares fino al Palacio Real,in passato parco per tornei per i cavalieri cristiani, poi parco giochi per i bambini di sangue reale, in seguito restaurato secondo uno stile inglese, con fontane, statue e sentieri sinuosi. La Vecchia Madrid è ricca anche di monasteri, come il Monasterio de la Encarnaciòn, convento agostiniano, e il Monasterio de las Descalzas Reales, raro esempio di architettura del XVI secolo esistente in città. La Real Academia de Bellas Artes, frequentata da Dalì e Picasso, espone opere di artisti del calibro di Raffaello, Tiziano e Rubens.                                                                                                                                                                 

A est della vecchia Madrid un tempo esisteva una zona verde adibita a colture ortofrutticole e conosciuta come il Prado, il “Prato”. In seguito vi fu costruito un monastero, poi divenuto palazzo, di cui oggi restano alcune parti; i giardini sono stati trasformati nel popolare Parque del Retiro. I Borboni nel ‘700 vi fecero costruire quello che sarebbe diventato una delle principali gallerie d’arte del mondo, il Museo del Prado, ricco di collezioni reali e di capolavori di Vélazquez e Goya. Più recentemente è stato costruito un altro importante museo, il Centro d’Arte Reina Sofìa, che raccoglie opere di arte spagnola moderna, da Picasso a Mirò. Tutto questo testimonia la grandiosa ricchezza culturale della capitale spagnola, dovuta a un patrimonio artistico e storico degno di nota.