Informazioni generali su Oviedo

Oviedo

Capoluogo delle Asturie, Oviedo è una vitale città di quasi 220 mila abitanti, situata nella parte centrale della regione. Centro industriale importantissimo grazie alla sua intensa produzione di tessuti e prodotti in metallo Oviedo è anche il cuore amministrativo della regione oltre che sede universitaria. Pur mantenendo il suo aspetto di città industriale, soprattutto nella sua parte periferica, Oviedo racchiude un fantastico patrimonio artistico, racchiuso in un elegante centro cittadino, e testimoniato dai monumenti preromanici, conservati nella parte settentrionale della città, e i particolare sul monte Naranco.  La storia della città inizia con la sua fondazione nel VIII secolo per mano di Fruela re delle Asturie, figlio di Alfonso I.

Già pochi anni dopo la sua nascita Oviedo divenne la capitale del regno, raggiungendo in breve tempo un enorme splendore. Una prima battuta di arresto nello sviluppo della città, si ebbe nei primi anni del IX secolo, quando venne colpita duramente dall'assedio dell'esercito musulmano:  salvata dall'intervento di Alfonso II, che riusci a sbaragliare l'esercito nemico, la città dovette però constatare i gravissimi danni che l'attacco arabo aveva portate agli edifici e alle mura cittadine. Fu per queste motivazioni che Alfonso II decise di ricostruire completamente Oviedo, apportando sostanziali migliorie architettoniche e abbellendo il centro con sontuosi palazzi e bellissime chiese. In seguito all'annessione della regione nel regno di Castiglia, e al successivo trasferimento della capitale a León,la città inizio un importante periodo di crisi, che non si risollevò nemmeno durante l'età moderna in cui Oviedo rimase esclusa dalle vicende politiche del paese, e in uno stato di isolamento economico. Unica nota positiva del periodo, fu l'istituzione dell'università di Oviedo nel XVII secolo.

In seguito all'assedio delle truppe napoleoniche, la città seppe riprendersi dando l'inizio a quello sviluppo economico e culturale. Devastata durante la guerra civile spagnola, che danneggiò gravemente anche il centro storico, Oviedo seppe ritrovare un nuovo spiraglio di luce grazie all'industrializzazione che dalla seconda metà del XX secolo fino ad oggi ha saputo dare nuova linfa all'economia della città asturiana.

Galleria